Le malte utilizzate per interventi di ripristino funzionale di edifici storici, al fine di preservare il manufatto esistente, richiedono proprietà chimiche e meccaniche modulate in funzione dei supporti di applicazione, oltre a dover garantire la durabilità dell’intervento. Nell’ambito del progetto PROVACI l’attività incentrata su questo argomento si è focalizzata sullo sviluppo di malte strutturali ecosostenibili. Le attività, inizialmente, hanno riguardato la caratterizzazione delle singole materie prime (aggregati e leganti, provenienti anche da processi di riciclo), e la loro ottimizzazione. Una volta definita la configurazione ottimale delle miscele, sono state testate le proprietà reologiche, termiche e meccaniche, confezionando opportuni provini prismatici e cubici sottoposti rispettivamente a prove di flessione e di compressione.

DIMOSTRATORI

3Cartina 2402 taglio grammichele verona cerreto napoli ocre